Gli acquarellisti non hanno bisogno di molto: lavorando all’interno o all’aperto, l’attrezzatura base non è ingombrante né pesante.

Gli Strumenti importanti sono: I PENNELLI e la CARTA.

I risultati che si ottengono risentono molto della loro qualità .

PENNELLI 

Pennelli

I pennelli per acquerello possono essere suddivisi in 4 categorie:

  • In pelo di martora (classico, ottimo ma costoso)
  • In pelo sintetico (ce sono di molto buoni)
  • In pelo di altri animali (Mangusta, bue, scoiattolo, …)
  • Misti (pelo di animale e sintetico)

Esiste poi una vastissima gamma di pennelli cinesi e giapponesi con caratteristiche e impeghi diversi.

Personalmente uso pennelli di martora della serie Winsor e sintetici (Da Vinci e Escoda)

Se fate una importante vincita al Superenalotto, regalatevi pennelli 
della Serie 7 Winsor

CARTA

blocchi

La carta per dipingere ad acquerello si distingue per peso e ruvidezza.

Il peso non deve essere inferiore  a 250 / 300 grammi al metro quadrato.

La ruvidezza distingue il tipo di grana:

  • Satinata (molto liscia e di difficile trattamento)
  • Grana fine (consigliata almeno nei primi lavori)
  • Grana grossa (ruvida e indicata soprattutto per dipingere paesaggi e texture)

Personalmente uso carta a grana fine FABRIANO o ARCHES (la mia preferita – anche se all’acquisto mi prende sempre un coccolone a causa del prezzo) e carta a grana grossa (questa esclusivamente Arches – sempre col coccolone -)

Per l’acquisto di pennelli e carta, in mancanza di negozi di belle 
arti nelle vicinanze, rivolgetevi al Web. 
La carta si acquista in blocchi o in fogli.

NOTA: Per quanto riguarda la carta, AMAZON (oggi) si rivela un poco 
scarso.

COLORI

I colori  possono essere acquistati i panetti (godet) o tubetto.

I panetti sono comodi per il trasporto mentre i tubetti sono da preferire per la maggiore facilità di assorbimento del colore sul pennello.

Indispensabile è stabilire la propria Tavolozza.

Tavolozza iniziale

Giallo Limone, Giallo di Cadmio

Rosso di Cadmio, Cremisi di Alizarina

Blu Cobalto, Blu Oltremare

Verde Smeraldo, Verde Vescica

Giallo Ocra, Terra di Siena bruciata, Terra d’Ombra Bruciata

Bianco di China

Tavolozza estesa

Se volete qualcosa in più, aggiungete:

Giallo di Napoli, Arancio di Cadmio, Rosso Indiano, Magenta, Grigio Payne, Indaco

E ora proviamo!!

IMG_3996

Acqua e colori in libertà!!!

Sfere colorate:  inumidite la sfera, posate il colore e lasciate che fluisca liberamente nell’acqua. Aggiungete altri colori e osservate il risultato. Volendo, accompagnate il colore con la punta del pennello.

Fusione di colori: su asciutto, iniziate col colore di destra. Pennello carico (acqua e colore) trascinate il colore sulla carta. Pulite il pennello. Caricate il colore di sinistra e trascinate verso il colore di destra fino ad incontrarlo. Fate in modo che siano ben distinte le zone di colore puro (destra e sinistra) e la zona centrale di fusione.

Primi soggetti: Realizzate i soggetti (pera e fiori) unendo le tecniche delle sfere colorate e della fusione dei colori.

Buon lavoro!!!